Tra Finale Emilia, San Giacomo Roncole e Modena

Home/Itinerari del gusto/Itinerari del gusto Emilia-Romagna/Tra Finale Emilia, San Giacomo Roncole e Modena

Tra Finale Emilia, San Giacomo Roncole e Modena

L’itinerario: Finale Emilia – San Giacomo Roncole – Modena

Un itinerario dai toni invernali tra zampone, sfogliata e maccheroni

La cucina modenese è l’insieme delle specialità culinarie prodotte nella provincia di Modena. Le specialità modenesi presentano molte somiglianze con quelle delle altre cucine emiliane, come ad esempio la cucina Reggiana e Bolognese.
I prodotti tipici della cucina modenese sono tutti essenzialmente a base di suino, inoltre la cucina modenese viene considerata insieme a quella bolognese la cucina per eccellenza in Emilia. La cucina Modenese è frutto di un’antica tradizione, se ne parlava già nei libri del 1300, come nel Decamerone del Boccaccio.

Mezzi consigliati: In macchina e a piedi, in moto e a piedi.

Tra Finale Emilia, San Giacomo Roncole e Modena

tappaTAPPA 1: Finale Emilia

Prodotto tipico: Sfogliata finalese

itinerario 19 - t1 - 01 La Sfogliata di Finale Emilia – detta anche Torta degli Ebrei o in dialetto Tibùia – è un prodotto esclusivamente artigianale che nasce nella prima metà del ‘600 all’interno della comunità ebraica di Finale Emilia e giunge fino a noi in una versione rivisitata che viene fatta risalire al 1860 circa. Oggi viene venduta dai forni locali e da alcuni bar. La torta degli Ebrei è una torta salata invernale composta da vari strati sovrapposti di un impasto a base di farina, acqua, sale, intervallato da strutto di maiale, Parmigiano-Reggiano e burro, che secondo la tradizione, viene consumata nella stagione fredda a partire dal 2 novembre e per tutto l’inverno, servita calda e accompagnata da un bicchierino di anicione.

tappaTAPPA 2: San Giacomo Roncole

Prodotto tipico: Maccheroni al pettine

itinerario 19 - t2 - 02 Tra i tipi di pasta all’uovo localmente più apprezzati figurano i caratteristici maccheroni al pettine, progenitori dei garganelli. Il maccherone al pettine prende questo nome dalla particolare lavorazione con cui si rigava l’impasto. Per creare la caratteristica rigatura al maccherone, in origine si utilizzavano telai o “pettini” presenti in ogni casa per la creazione di tessuti. La preparazione di questa pasta rivela come la tessitura fosse, fino al secolo scorso, un’importante attività economica per questi luoghi. E’ possibile acquistarli nei locali negozi di pasta fresca o gustarli nei ristoranti della zona.

tappaTAPPA 3: Modena

Prodotto tipico: Zampone

itinerario 19 - t3 - 03 Lo Zampone Modena è un salume a Indicazione geografica protetta (IGP). E’ un prodotto molto noto, realizzato con un impasto di carni suine condite, insaccato in un involucro formato dalla zampa di un maiale. La consistenza è soda ed uniforme mentre il colore è rosa brillante tendente al rosso. Si può acquistare presso i macellai della zona. La zona di produzione dello zampone di Modena include anche Cremona ed alcune altre zone del Nord Italia.

Possono interessarti:

Storie in tavola

Patrizia Paltrinieri

2016-12-05T18:29:01+00:00

About the Author: