Tonino Felletti

Tonino Felletti

Intervista / Racconto:

Tonino Felletti, pescatore settantenne di Porto Garibaldi, ha ereditato il suo mestiere dal nonno, che l’ha insegnato a suo padre, e proprio con il papà, a 12 anni, incomincia ad affrontare il mare in barca a vela.
A 20 anni Tonino sale sulle barche a motore, anche quelle di 25 metri, diventando capitano di lungo corso e passando poi ad altri pescherecci: Cesare, Cormorano e Gabbiano. Sul Cormorano inizia anche la passione del figlio di Tonino che un giorno, senza dire niente, preferisce saltare la scuola e salire sulla barca.
Tonino ricorda i suoi rientri in porto degli anni passati, quando ad accoglierlo c’era suo suocero che in base al pescato esclamava: “Oh! Talquà al paròn clà ciàpà dal pas” (Oh! Eccolo qua il padrone che ha preso del pesce) oppure: “Incùa nìant!” (Oggi niente!).
I momenti più brutti erano quelli della bufera, ma la fede in Dio era forte e grazie a quella riusciva a calmare i marinai anche quando restavano cinque giorni in mare.
Tonino ha smesso di lavorare a 65 anni, ma il suo lavoro in realtà non è mai finito, ha aiutato suo figlio sostituendolo quando si è ammalato, portando II Cormorano in mare al suo posto e ancora adesso lo aspetta ogni giorno al suo rientro in porto.
Il pesce buono, Tonino, l’ha sempre portato a casa: canocchie, sogliole, rombi, paganelli, scampi, gamberi. “Per questo- dice Tonino- sua moglie non è magra… Perché ha mangiato bene!”
Tonino ha sempre fatto il suo lavoro con tanta passione, così non gli è mai mancata la volontà e la forza di affrontare le sue giornate in mare: senza la passione per questo mestiere, non si può fare il pescatore.

Prodotti che produce:

Pescatore
Prodotto tipico: Canocchia, Sogliola, Vongola verace

regione emilia-romagna

Tonino Felletti

Indirizzo: Porto Garibaldi FE

2016-12-05T18:29:02+00:00