Salsiccia di cavallo

Salsiccia di cavallo

Il prodotto:

Nome in italiano: Salsiccia di cavallo

Nome in dialetto: Salsizz d caved

Sintesi:

Prodotto tipico del nord barese, alla vista si mostra rossiccia ma con striature bianche dovute al contenuto di grasso presente al suo interno. Il suo spessore può arrivare al massimo ai 2 cm, cambia a seconda di chi la produce.

Label: Antica produzione, 1860. In produzione.

ico-naturaNatura

Prodotto di origine animale (equino)

ico-culturaCultura del territorio

La tradizione della salsiccia di cavallo, nella città della Disfida, pare abbia una storia pluricentenaria. La salsiccia, come tutti gli insaccati, è formata essenzialmente da tre ingredienti: carne, grasso e condimenti, utilizzati in quantità opportune. Generalmente viene aggiunta una componente liquida che funge da legante, ad esempio vino o semplicemente acqua.In ogni caso, la quantità di grasso deve soddisfare il rapporto 20-30% grasso, 70-80% carne. A Barletta il consumo della carne di cavallo è decisamente importante: è la città italiana che ne consuma la maggiore quantità. Se si fa un rapido calcolo, è come se tutti i barlettani almeno una volta all’anno ne mangiassero una porzione di almeno due etti. La salsiccia di carne di cavallo può essere consumata in ogni periodo e in ogni stagione, ma la tradizione prevede che venga mangiata specialmente durante i festeggiamenti previsti per il giorno di Capodanno, solitamente accompagnata da spaghetti ricoperti di sugo o orecchiette al ragù di carne di cavallo. Una pietanza apprezzata molto dai barlettani, che gradiscono assaporarla anche cruda.

ico-nutrizionaliProprietà nutrizionali

Dal punto di vista nutrizionale, la carne di cavallo si distingue per la sua magrezza, che nella carne giovane, la rendono particolarmente digeribile. Presenta un elevato contenuto in ferro (fino a 4mg/100 gr)ed è considerato un alimento ad elevato valore biologico, e quindi consigliato per soggetti in crescita. La presenza di colesterolo è pari a quella delle altre carni magre, ovvero circa 60 mg/100 grammi. Valori nutrizionali su 100 g di prodotto: Acqua 74,9 Glucidi 0,6 Proteine 19,8 Grassi 6,8 Colesterolo 61mg Ferro 3,9 mg Kcal 143.

ico-profilosensorialeProfilo sensoriale

A crudo, come detto in precedenza, ha un colore rossiccio, di media intensità, vi è la presenza di cartilagini, risulta soda e compatta se si apprezza con la forchetta.
Se cotta il suo colore diventa più scuro e all’olfatto genera sensazione di tostato, di fieno e pinoli, mentre al palato presenta un sapore delicato, che ricorda la persistenza della frutta secca tipo noce. Alla masticazione risulta sostenuta, con succosità e sapidità media.

Geolocalizzazione

Possono interessarti:

Storie in tavola

Ipercoop di Barletta

Itinerari

2016-12-05T18:29:12+00:00