Radicchio di Chioggia

Il prodotto:

Nome in italiano: Radicchio di Chioggia

Nome scientifico: Cichorium intybus

Nome in dialetto: “Radìc” (nel dialetto di Bosco Mesola), “Radicio de Ciosa” (nel dialetto di Chioggia)

Sintesi:

Il radicchio è un ortaggio tipico del nord d’Italia. Ve ne sono di diversi tipi che possono essere mangiati crudi e cotti e all’interno di ricette.

Label: Antica coltivazione, in coltivazione, antica produzione, in produzione.

ico-naturaNatura

Il radicchio viene categorizzato nel gruppo delle cicorie (pianta erbacea perenne caratterizzata da colori accesi e intensi), si coltiva soprattutto nel nord Italia ma anche in altre parti del mondo. Le maggiori produttrici della penisola sono l’Emilia Romagna e il Veneto. Il radicchio è rustico e lo dimostra adattandosi a qualsiasi tipo di clima, e resistendo alle basse temperature. La temperatura ottimale di crescita è di 15-20°C, minima 5°C, ma risentono di bruschi sbalzi di temperatura.

ico-culturaCultura del territorio

Il Radicchio di Chioggia individua già nel suo nome, la sua zona di produzione, anche se viene coltivato anche in altri comuni delle province di Padova, Rovigo, Venezia e Ferrara. Che sia una produzione antica è testimoniato dal Quaderno Mensile dell’Istituto Federale di Credito per il Risorgimento lo indicava già come una tipicità
delle Venezie che nel 1923 La produzione tipica del Radicchio di Chioggia prende la strada dell’esportazione in altri Paesi d’Europa. Due sono le tipologie in commercio, quella”precoce” e quella “tardiva”, croccanti e dal sapore amarognolo.

ico-nutrizionaliProprietà nutrizionali

È un concentrato di minerali utili: fosforo, calcio, zinco, sodio, ferro, rame e manganese, ma anache vitamine del gruppo B, C, E, K. Come tutte le cicorie, contiene anche acqua e fibre che aiutano la digestione e il transito intestinale. Contiene anche inulina, un prebiotico naturale e pochissime calorie, solo 13 kcal per 100 g

ico-profilosensorialeProfilo sensoriale

Alla vista si presenta di forma sferica compatta, con foglie costolute concave, di colore rosso intenso e coste bianche. La consistenza è croccante e al gusto si mostra amarognolo.

Geolocalizzazione

Possono interessarti:

Itinerari

2017-02-08T11:25:01+00:00