Peperone di Molfetta

Peperone di Molfetta

Il prodotto:

Nome scientifico: Capsicum annuum

Nome in italiano: Peperone di Molfetta

Sintesi:

Tipico della città di Molfetta e provincia di Bari, si presenta con aspetto allungato e tondeggiante. La parte esterna può essere di colore giallo o rosso quando è maturo, la parte interna è più spugnosa e filamentosa ricca di semi. Pare che il nome derivi dal latino “Capsicum” e quindi da “capsa”, che significa ‘scatola’,e ricorda la forma del frutto simile ad un contenitore con dentro i semi.

Label: Antica coltivazione, coltivazione limitata.

ico-naturaNatura

Famiglia: Solanaceae, genere: Capsicum, specie: annum, varietà: ‘’Peperone di molfetta’’
Stagionalità: coltura estiva, le semine sono effettuate a febbraio-marzo (raccolta a fine estate)
Necessità colturali: L’ortaggio richiede temperature superiori ai 15-20 °C e suoli poveri, acidi, ben drenati con una buona componente sabbiosa, non troppo fertilizzati.

ico-culturaCultura del territorio

Questo tipo di peperone viene preferito per le conserve perchè è carnoso e poco acquoso, dal momento che matura verso la fine dell’estate e quindi ben si adatta alle conserve e probabilmente per questo motivo è stato scelto per realizzare conserve da utilizzare durante il periodo invernale. Pare che la tradizione conserviera legata a questa verdura risalga ai primi decenni del ‘900.

ico-nutrizionaliProprietà nutrizionali

Il contenuto di acqua è molto elevato (oltre il 90%), i carboidrati variano tra i 2,2 e 4,7 g ogni 100g
Le proteine vegetali rappresentano circa lo 0,7-1,9% del totale. I lipidi non superano 0,2-0,4g per 100g.
Le fibre sono relativamente abbondanti e consistono principalmente in pectine, cellulosa ed emicellulosa.
Il peperone è tra le verdure che contengono il maggior quantitativo di Vitamina C. Interessante è anche il contenuto di Provitamina A. Il Peperone ha buoni quantitativi di minerali e oligoelementi: potassio in grande quantità, fosforo,magnesio e calcio.

ico-profilosensorialeProfilo sensoriale

Alla vista la pric o pràc si presenta di colore tendenzialmente giallo oro, intervallato da quadrucci di colore rosso e verde. Nel complesso si presenta brillante e vivace.
Dal punto di vista olfattivo si presenta intenso, decisamente saporito, inoltre presenta una buona complessità aromatica con note di aglio e peperoncino. Al tatto la conserva si presenta cremosa, spalmabile e quindi fluida. Il gusto appare leggerente piccante, forte è la complessità aromatica ma risulta equilibrata e fresca.

Geolocalizzazione

Possono interessarti:

Storie in tavola

Tipico di Puglia

Itinerari

Ricette

Pric o Pràc

2016-12-05T18:29:10+00:00