Pampepato

Il prodotto:

Nome in italiano: Pampepato

Nome popolare: Pampapato

Nome in dialetto: Pampapat

Sintesi:

Il pampepato o pampapato è il dolce che non può mancare sulla tavola natalizia dei Ferraresi. Dalla forma a zucchetto, tipico copricapo del clero, cui all’origine era dedicato, viene prodotto nelle case di molte famiglie, in tutti i panifici della città e in diverse aziende del territorio.

Label: Antico piatto, in produzione.

ico-naturaNatura

Come tutti i classici dolci natalizi della tradizione italiana, anche il Pampepato riunisce una ricchezza nutrizionale importante, dovuta alla sua natura dolce, con ingredienti di pregio, che spesso sono associati al lusso concesso una volta all’anno, a Natale appunto. Cacao, zucchero, mandorle e spezie ci rivelano che è un dolce nato in contesti ricchi e poi arrivato sulla tavola che unisce la famiglia nel più bel momento dell’anno.

ico-culturaCultura del territorio

Il suo “antenato” è stato senz’altro uno dei classici “pan speziati” (pane arricchito di frutta secca e spezie) ritrovabile in diverse regioni italiane, in differenti varianti, fin dai tempi dei Romani ma, il carattere ferrarese che lo contraddistingue dagli altri, risale al periodo degli “ESTENSI”, signori di Ferrara. Il Duca Borso lo fece sicuramente servire durante un sontuoso banchetto l’11 novembre 1465, con il nome di Pampepato di Zucchero, addirittura con una moneta d’oro dentro, così da arricchirne il valore, già elevato per il contenuto di preziose spezie di provenienza esotica, dunque simbolo di opulenza e prestigio. Ma l’ingrediente che lo rende veramente ferrarese è… la NEBBIA. Una vota cotto infatti veniva posto per tutta la notte sui davanzali delle finestre, così da far penetrare l’umidità della nebbia (a Ferrara ce n’è veramente molta) al fine di ottenere la morbidezza richiesta.
La leggenda vuole, comunque che siano state le suore di clausura del convento del Corpus Domini, intorno al 1500, a produrre il Pampepato già simile a quello attuale per l’aggiunta del cacao, rivelazione tra i prodotti alimentari importati dal Nuovo Mondo.

ico-nutrizionaliProprietà nutrizionali

E’ una preparazione altamente calorica, con una discreta presenza di grassi e zucchero.

ico-profilosensorialeProfilo sensoriale

L’ aspetto è caratterizzato dalla tipica forma a cupola schiacciata, dalla superficie lucida ed ondulata, dovuta alla copertura di cioccolato fondente. La superficie di taglio risulta ruvida e disomogenea per la presenza delle mandorle intere e dei cubetti di frutta candita.
Al momento del taglio, il sovrastante odore del cioccolato si fonde con il profumo esotico delle spezie e quello fruttato degli agrumi canditi.
Al primo morso la friabilità del cioccolato superficiale lascia spazio alla morbidezza e pastosità dell’interno, intervallata dalla croccantezza delle mandorle.
Il sapore è esuberante, e si percepisce l’amaro del cioccolato, esaltato dal sapiente uso delle spezie e di contrasto, la dolcezza un po’ acidula degli agrumi canditi. Differenti dosaggi di questi ingredienti creano deliziose varianti di questo peculiare dolce ferrarese.

Geolocalizzazione

Possono interessarti:

Storie in tavola

Casa del Pampepato Estense

Ricette

Pampepato

2017-02-09T16:14:24+00:00