Nella bassa modenese da San Possidonio a San Felice sul Panaro

Home/Itinerari del gusto/Itinerari del gusto Emilia-Romagna/Nella bassa modenese da San Possidonio a San Felice sul Panaro

Nella bassa modenese da San Possidonio a San Felice sul Panaro

L’itinerario: San Possidonio – San Felice sul Panaro

Alla ricerca dei sapori della bassa a tavola e in azienda

Due tappe per scoprire i sapori storici e semplici della Bassa, tra feste di paese e un’antica osteria dei carrettieri, sulle orme della mela campanina.
 

Mezzi consigliati: In bici (per persone allenate), in auto, in moto.

Nella bassa modenese da San Possidonio  a San Felice sul Panaro

tappaTAPPA 1: San Possidonio

Prodotto tipico: Mela campanina, Parmigiano Reggiano

itinerario 21 - t1 - 02In questo piccolo paesino della bassa modenese da ottobre a marzo, si può trovare una mela antica, tipica dell’economia di campagna, dal sapore particolare e dall’aspetto cangiante. Ci si può portare a casa un po’ di mele campanine facendo tappa presso l’Azienda La Bordina in via Matteotti 78.  Se si aspetta metà ottobre, la rassegna agroalimentare della Bassa Modenese denominata Autunno in Tavola, valorizza le piccole tipicità tra cui anche questo frutto così particolare.
Questa è anche terra di Parmigiano. Dopo aver comprato le mele quindi, è possibile fermarsi poco distante presso lo spaccio del caseificio La Cappelletta dove è possibile acquistare diverse tipologie di  Parmigiano Reggiano, con varie stagionature, secondo i propri gusti.

tappaTAPPA 2: San Felice sul Panaro

Prodotto tipico: Salame alla brace, tortellini

itinerario 21 - t2 - 01A San Felice sul Panaro, bisogna fermarsi alla Trattoria della Marta, in Via Forcole 16. Chi ama la cucina tipica del territorio, fatta come una volta non può non prevedere una sosta ai tavoli della razdora Marta per  mangiare tortellini in brodo, maccheroni al pettine con ragù emiliano, piatti tipici e ormai introvabili, come il salame alla brace o il pollo alla cacciatora magari accompagnando il tutto dal Lambrusco della casa, come si faceva un tempo quando nella vecchia osteria si riposavano i carrettieri.

Possono interessarti:

Prodotti tipici

Mela campanina

Storie in tavola

Azienda Fondo Bordina

2016-12-05T18:29:11+00:00

About the Author: