Gnocco fritto

Il prodotto:

Nome popolare: Gnocco fritto

Nome in italiano: Gnocco fritto

Nome in dialetto: Gnoch frit

Sintesi:

Impasto di farina, acqua e sale e lievito di birra tirato a sfoglia sottile e poi fritto in strutto bollente.
Nel corso degli anni l’impasto si è arricchito con olio e latte.

Label: Un tempo cibo tipico dei contadini che lo consumavano a pranzo, cena e colazione nel latte.
Oggi prodotto oltre che nelle famiglie, anche a livello artigianale e venduto fresco o surgelato.

ico-naturaNatura

Sfoglia di pane tirata spessa circa 3-4 mm e tagliata a forma di rombi più o meno grandi, oppure tonda con un foro centrale di 4-5 cm.

ico-culturaCultura del territorio

Pare che la ricetta sia di origini Longobarde, a causa della loro attitudine di grandi allevatori di maiali. Per secoli è stato la versione povera del pane, molto usato anche per via della velocità di cottura nello strutto, unico grasso alimentare disponibile nelle case contadine, specie nei mesi invernali successivi all’uccisione del maiale.
Veniva consumato da solo in sostituzione del pane a pranzo a cena e a colazione ( intinto nel latte). Svolgeva l’importante funzione di dare l’energia necessaria per il gravosi lavori dei campi. Oggi è rimasto un alimento che ricorda il passato, si è fatto più ricco come ingredienti, si associa comunemente ai salumi non troppo grassi ( salame, prosciutto, ciccioli) e viene fritto secondo la tradizione in strutto bollente, ma oggi anche in olio di semi, meglio di girasole o arachidi. Solitamente si abbina ad un vino con acidità abbastanza marcata come il Lambrusco Salamino o il Lambrusco di Sorbara.

ico-profilosensorialeProfilo sensoriale

L’aspetto è quello di una sfoglia di pasta di pane, tagliata a rombi.
La superficie del Gnocco si presenta gonfia, a volte con grandi bolle, di colore dorato.
Appena cotto ha un profumo di pane con leggera fragranza di grasso.
Ha una consistenza friabile quando è ancora caldo e diventa più tenace una volta raffreddato. Il sapore è tra dolce e sapido e ricorda quello di pane semigrasso.

Geolocalizzazione

Possono interessarti:

Storie in tavola

Bruna Mazzali

Itinerari

Ricette

Gnocco fritto

2016-12-05T18:28:52+00:00

About the Author: