Fotografare il cibo – Prima parte

///Fotografare il cibo – Prima parte

Fotografare il cibo – Prima parte

Come si fa a fotografare il cibo e ottenere buoni risultati?

1. Illuminazione

Tratta il cibo che stai fotografando come un’opera d’arte o una natura morta: prima di tutto assicurati che sia ben illuminato. Uno dei posti migliori per fotografare il cibo è vicino a una finestra in cui vi è abbondanza di luce naturale. Puoi aiutarti con flash di rimbalzo sul soffitto o a parete per dare un’illuminazione più equilibrata che elimini o neutralizzi le ombre. Una luce adeguata aiuta a rendere il cibo più naturale.

Ben illuminata

Ben illuminata

Male illuminata

Male illuminata

2. Composizione

Oltre a prestare attenzione alla disposizione del cibo, è fondamentale curare il contesto della fotografia, la sua composizione d’insieme. Uno, due, al più tre elementi extra, collocati in posizioni secondarie (in primo piano o sullo sfondo) serviranno a costruire la scena. Giochiamo con colori somiglianti o contrastanti, con le forme, persino con le attinenze di significato.

Una bella composizione

Una bella composizione

Una bella composizione

Una bella composizione

3. Taglio e prospettiva della foto

Copiare, prima di tutto. Non cercare di reinventare le linee della fotografia, osserva i siti migliori e i migliori libri di cucina. Impara a seguire le linee principali del cibo e la regola dei terzi per guidare l’occhio della spettatore nel piatto.

Foto taglio

Foto taglio frontale

Foto taglio

Foto taglio dall’alto

3. Essere pronti

Spesso si deve fotografare un cibo appena cucinato, al suo meglio. Per farlo è bene avere già le idee chiare e il set pronto! Immaginiamo ad esempio di voler catturare il volume o il vapore di un cibo appena cotto…

5. Qualche trucco

A volte serve perfino qualche trucco… ad esempio, per alcuni cibi, un po’ d’olio vegetale spalmato con un pennellino aiuterà a rendere il cibo più brillante e gli scatti d’autore.

2016-12-05T18:28:54+00:00

About the Author: