Cime di rapa

Il prodotto:

Nome in italiano: Cime di rapa

Nome scentifico:Brassica rapa sylvestris

Nome in dialetto: Cem d rop

Sintesi:

Orticola appartenente alla famiglia delle Cruciferae, il periodo di produzione e vendita va dall’inverno alla primavera. Insieme alle orecchiette, rappresenta uno dei volti gastronomici della Puglia nel mondo.

Label: Antica coltivazione, in coltivazione.

ico-naturaNatura

Appartenente alla famiglia delle Cruciferae o Brassicaceae, la Cima di Rapa è una pianta di cui si mangia il fiore formato, ma ancora chiuso e lo stelo carnoso. E’ abbastanza rustica e riesce a vegetare e crescere anche a basse temperature. Le Cime di Rapa hanno un periodo di produzione-vendita che parte dalla stagione invernale fino a quella primaverile (Dicembre/ Febbraio – marzo). La semina può avvenire a spaglio o a file.

ico-culturaCultura del territorio

La cima di rapa ha origine antiche e orientali. Si pensa che siano stati i genovesi a importare i semi di questa pianta nel nostro Paese, ma solo nel XVII sec.; le identificavano con nomi quali ‘’Cavolo di Siria’’ o ‘’Cavolo di Cipro.’’ Successivamente iniziarono a diffondersi sia nell’Italia settentrionale e meridionale, soprattutto in campania e puglia. In passato, a causa di dicerie e superstizioni, le attribuivano proprietà afrodisiache. Oggi tale verdura viene consumata lessa o come ripieno per torte salate, ma la ricetta più caratteristica è rappresentata certamente dalle orecchiette con le cime di rape, piatto tipico pugliese.

ico-nutrizionaliProprietà nutrizionali

È un alimento ricco di acqua, cellulosa e vitamine come la A, B2 e C, contiene anche sali minerali come fosforo e ferro. Per facilitare l’assorbimento del ferro contenuto nelle cime di rapa è consigliabile mangiarle leggermente sbollentate in acqua salata e condite con succo di limone. Sono un naturale disintossicante per l’organismo e in caso di gravidanza costituiscono un’ottima fonte di acido folico, essenziale per prevenire la spina bifida nel neonato.

ico-profilosensorialeProfilo sensoriale

Le Cime di Rapa crude, alla vista appaiono di un verde intenso, brillante ma più chiaro nello stelo e nelle infiorescenze, più scuro nelle foglie. Queste ultime sono irregolari, il prodotto appare turgido, mentre il gambo internamente è fibroso. All’olfatto si percepisce un odore di fresco come di prato appena falciato, al tatto si percepisce che è il gambo è compatto, sodo, poco elastico, l’infiorescenza è friabile, spugnosa. Alla masticazione si percepisce prima un sapore leggermente dolciastro poi una sensazione amara, si avverte anche una sensazione di piccante, il gambo risulta croccante.

Geolocalizzazione

Possono interessarti:

Storie in tavola

Azienda Agricola Agrilarosa

Itinerari

2017-05-31T13:02:27+00:00