Cavolo broccolo

Cavolo broccolo

Il prodotto:

Nome in italiano: Cavolo broccolo; Broccoletto

Sintesi:

Tipico delle regioni del sud Italia, in particolare della Puglia. La pianta si presenta con foglie allungate e spesse; il fusto è ramificato con la produzione all’apice di infiorescenze a corimbo costituite da piccoli fiori singoli uniti tra loro e compatti a formare una piccola cupola. I corimbi sono la parte che viene consumata quando i singoli fiori sono ancora chiusi.

Label: Antica coltivazione, in coltivazione.

ico-naturaNatura

Ibrido naturale del Cavolo (Brassica oleracea)
Famiglia: Brassicaceae
Genere: Brassica
Specie: Oleracea L.
Varietà: Italica
Stagionalità: inverno-inizio primavera
Necessità colturali: terreni freschi e ben drenati con buona dotazione di macro e microelementi.

ico-culturaCultura del territorio

I broccoletti tipici della provincia di Taranto si sono ottenuti per selezione naturale e per ibridazione dell’originario broccolo-cavolo europeo; vengono coltivati da svariati millenni e in questo lungo periodo si sono differenziati broccoletti con infiorescenze pronte per il consumo autunnale e primaverile.
Da sempre è una pianta molto apprezzata nella provincia tarantina e fa parte della cucina tipica tradizionale locale.

ico-nutrizionaliProprietà nutrizionali

Poveri di calorie i broccoletti sono tra i cibi più ricchi di sostanze nutritive; sono un’eccellente fonte di vitamine K, C, A, come pure di acido folico, calcio, ferro e fibre. Come altri membri della famiglia delle Brassicacee, i broccoletti hanno proprietà antiossidanti, antiradicaliche, sostanze in grado di ridurre i radicali liberi presenti nell’organismo, migliorando l’energia fisica e mentale e l’efficienza del sistema immunitario. E’ stata accertata nei broccoletti anche una proprietà antitumorale per la presenza di una serie di composti biologicamente attivi, tra cui pigmenti antociani, carotenoidi, flavonoidi, vitamina C ed in particolare i glucosinolati dalla cui degradazione si ottengono gli isotiocianati, che hanno mostrato di contrastare l’accrescimento di tumori, attivando all’interno delle cellule la sintesi di enzimi che neutralizzano le molecole carcinogeniche.

ico-profilosensorialeProfilo sensoriale

L’aspetto esterno assomiglia molto al classico broccolo ma di dimensioni più contenute. Il colore è verde con tonalità che vanno dal verde chiaro a quello più intenso, a volte con riflessi violetto scuro, per la presenza di pigmenti antociani.
All’olfatto si esprime con una sensazione di freschezza con una leggera nota di zolfo, il cui tipico odore si avverte in modo particolare durante la cottura ma non restituisce un sapore intenso o sgradevole alle verdure stesse, che anzi rimane molto gradevole e delicato, dolce, con note di broccolo e asparago.
I broccoletti possono essere mangiati crudi al pinzimonio, leggermente sbollentati, cotti a vapore, bolliti o saltati in padella e utilizzati anche per la preparazione di zuppe e minestre. Il sapore dei broccoletti è tendenzialmente dolciastro.

Geolocalizzazione

Possono interessarti:

Storie in tavola

Itinerari

2017-02-09T11:39:19+00:00

About the Author: