Cavolfiore verde

Cavolfiore verde

Il prodotto:

Nome scientifico: Brassica Oleracea var. botrytis

Nome in italiano: Cavolfiore verde

Nome popolare: Cavolo, Cima

Nome in dialetto: Cìme de cole

Sintesi:

Il cavolfiore si presenta con un’ infiorescenza dall’aspetto granuloso, che è anche la parte commestibile. Il suo uso in cucina è molto diffuso nell’Italia meridionale ma anche nel Lazio e nelle Marche. Ha molte virtù nutrizionali e curative: ricco di vitamine ,sali minerali e di elementi che agiscono come detossinanti e antitumorali.

Label: Antica coltivazione ‘700, in coltivazione.

ico-naturaNatura

Il cavolfiore è un fiore edule compreso nella famiglia delle crucifere, varietà Brassica oleracea, ed è la varietà più coltivata in Italia. Si coltiva per gran parte dell’anno e viene raccolto dopo circa novanta giorni dalla semina. Si raccoglie dopo circa 90 giorni dal trapianto. La parte edibile è rappresentata dalle infiorescenze (dette anche rosette).
Eccezionale la qualità del fiore, compatto e di un bellissimo colore verde; arriva a pesare sino a 1,3 Kg.

ico-culturaCultura del territorio

Un quadro fiorentino della prima metà del settecento, ne testimonia la presenza all’epoca di Cosimo III, che nella rappresentazione lo riceve in dono, ma doveva essere molto noto fin dall’epoca dei Romani che usavano consumarlo crudo prima dei banchetti perchè erano convinti che servisse ad assorbire meglio l’alcool. L’importante presenza di vitamina C probabilmente lo fece preferire dalle città marinare come verdura da utilizzare sulle navi contro lo scorbuto, un problema importante tra i marinai. Proprio per le sue proprietà nutritive, e pur facendo parte di una certa cultura di cucina povera, era utilizzato in funzione curativa contro le malattie da raffreddamento e polmonari.

ico-nutrizionaliProprietà nutrizionali

Per il 90% è composto di acqua, ma questo non gli impedisce di essere interessante da un punto di vista nutrizionale. E’ infatti ricco di vitamine, in particolare la C e la B1, ma anche potassio, fosforo e calcio. Il suo potere calorico è di circa 25 calorie per 100 grammi. Svolge un’azione antitumorale ormai provata scientificamente. Contiene composti volatili che ne caratterizzano il tipico odore sulfureo.

ico-profilosensorialeProfilo sensoriale

Il cavolfiore verde si presenta prevalentemente alla vista di un colore verde chiaro nelle coste, e nell’infiorescenza di colore verde acido. Il suo aspetto mette in evidenza una struttura mediamente spugnosa e alcuni rilievi. Ha una forma concava, sulla base sono presenti coste di colore verde chiaro.
All’olfatto spiccano sensazioni di orto e un profumo sulfureo tipico delle brassicacee. Al tatto si presenta compatto, ma l’infiorescenza tende ad essere friabile.Assaggiato crudo, la consistenza è abbastanza croccante, di gusto moderatamente umami e ricorda particolarmente il ravanello senza tipica piccantezza.

Geolocalizzazione

Possono interessarti:

Itinerari

2016-12-05T18:28:52+00:00