Castagna

Il prodotto:

Nome in italiano: Castagna

Nome scientifico: Castanea sativa

Nome in dialetto: Castegna

Sintesi:

Il castagno è un albero coltivato nelle nostre zone fin dai tempi antichi, la farina della castagna veniva utilizzata dalle famiglie povere come materia prima per fare il pane, i dolci e la pasta.

Label: Antica coltivazione, ancora in coltivazione.

ico-naturaNatura

La castagna è il frutto del castagno. Dentro ogni riccio, che si forma a partire dal fiore femminile che si trasforma, trovano spazio diversi frutti che devono la loro forma sia dalla varietà della castagna che dal numero dei frutti contenuti. I frutti laterali avranno una forma emisferica, mentre quelli centrali, quando presenti, saranno piatti. Un’altra varietà del castagno è il marrone; in questo caso dentro il riccio è presente un solo frutto con una buccia facilmente asportabile. I marroni sono più grandi, più richiesti dal mercato e sono destinati al consumo fresco o alla trasformazione industriale come la preparazione di marron glacée ed in pasticceria. La castagna invece vede la presenza della buccia del frutto a volte incastrata in profondità nel frutto fino a dividerlo (frutti settati). Viene utilizzata per ricavarne farine, o sbiancata e seccata e solo in alcuni casi confettata.

ico-culturaCultura del territorio

Le testimonianze della presenza di questo albero lo collocano nell’area mediterranea, ma anche sulle rive del mar Caspio e nel sud dell’Inghilterra.
Il notevole contenuto in amidi, fa della castagna il cosiddetto ‘cereale da albero’, e per questo veniva utilizzato sfarinato in sostituzione della farina di grano. Nel territorio di Montombraro è presente un castagno storico che probabilmente ha almeno 600 anni. Le testimonianze storiche narrano che il castagneto sia stato impiantato nel 1400, ma qualcuno ipotizza che possa essere addirittura più vecchio altri 1000 anni, arrivando fino al tempo di Matilde di Canossa. Durante la seconda guerra mondiale i frequenti bombardamenti hanno intaccato la chioma, che si è ridotta e anche le visite a questo anziano vegetale hanno causato numerosi danni alla corteccia.
Negli anni ‘80 il proprietario decise di proteggerlo con una recinzione.

ico-nutrizionaliProprietà nutrizionali

Il contenuto di acqua nella castagna fresca raggiunge circa il 56% circa (secca del 10%), con un apporto calorico di 165 kcal ogni 100 g (secca350Kcal/100g). Una notevole quantità di carboidrati, circa il 37% caratterizza questo frutto, ma anche una bassa percentuale di grassi, ovvero meno del 2%, accompagnati da un’alta presenza di potassio circa 395mg.

Geolocalizzazione

Possono interessarti:

2016-12-05T18:28:47+00:00