Balsamela

Il prodotto:

Nome in italiano: Balsamela

Sintesi:

Ancora oggi, c’è qualche appassionato che si dedica ad una piccola produzione di Balsamela, un aceto balsamico ottenuto dalla fermentazione del succo di mela secondo ricette tradizionali di origine familiare.

Label:Antica produzione, in produzione.

ico-naturaNatura

La Lavina fa parte della famiglia delle Rosaceae, genere Malus, specie Malus Domestica. L’aceto Balsamela veniva prodotto con mele Lavine coltivate nella zona di Castelvetro e Levizzano Rangone. La Lavina è una mela da serbo, di colore verde, che durava tutto l’inverno, tanto da poter essere mangiata in primavera, accompagnata dal pane.

ico-culturaCultura del territorio

Si narra che nel territorio di Castelvetro e in zone limitrofe si producesse un tempo questo particolare tipo di aceto. Si lavorava e consumava in famiglia e veniva considerato povero, perchè meno interessante  e pregiato dell’aceto balsamico tradizionale. La preparazione partiva dall’ottenimento del succo di mela dalle mele di qualità Lavina, una mela verde chiaro, particolarmente adatta ad essere conservata nella stagione invernale. Veniva messo poi a fermentare in botti di diverse essenze di legno, emulando ciò che veniva già fatto per l’aceto balsamico tradizionale. La combinazione del fruttosio contenuto nel frutto, con la particolare acidità rendeva possibile una buona fermentazione. In ogni caso l’uso dell’aceto che se ne otteneva rimaneva domestico e a crudo. Il procedimento  è stato tramandato, nel corso degli anni, di nonno in figlio, con metodi personali con differenze anche notevoli da famiglia a famiglia.  Può avere una concentrazione più o meno bassa in base alla maturazione,alla batteria utilizzata e al tempo di bollitura iniziale.

ico-nutrizionaliProprietà nutrizionali

Ricco di proprietà benefiche e di Sali minerali come potassio, calcio,fosforo,zolfo, fluoro, silicio, rame e magnesio. La notevole quantità di pectina lo qualifica come coadiuvante delle funzioni intestinali: se non pastorizzato è in grado di stimolare la flora batterica.  Ha proprietà tonificanti, mineralizzanti e riequilibranti per chi soffre di eccessi di acidità.

ico-profilosensorialeProfilo sensoriale

Color ambra, media intensità di colore con viscosità normale. Odore del mosto poco presente ma con medie concentrazioni olfattive di ciliegia, fico, legno e una nota ricordante il sottobosco. Al gusto è molto acido, un po’ salato e con un retrogusto dolciastro persistente.

Geolocalizzazione

Possono interessarti:

Storie in tavola

Itinerari

2016-12-05T18:29:01+00:00